Perché un’azienda dovrebbe affidarsi al servizio gestito per la sua infrastruttura informatica? Risparmio di tempo e ottimizzazione dei costi sono le prime ragioni per cui scegliere di affidare l’IT a terzi. Ma i vantaggi non sono solo questi…

Perché un’azienda dovrebbe affidare la gestione del suo IT in outsourcing?

I sistemi IT sono sempre più complessi. Una complessità indispensabile per garantire la sopravvivenza del business.
Oggi nessuna azienda può fare a meno dell’infrastruttura informatica: se fino a qualche anno fa questa costituiva un supporto per il business, oggi ne costituisce parte integrante. Anzi, si può dire che senza informatica il business non sopravvive.

Le piccole e medie imprese crescono e si sviluppano grazie ai propri dipendenti e alla loro capacità, spesso, di ricoprire più ruoli. Lo stesso imprenditore si ritrova non di rado a occuparsi, ad esempio, delle vendite, dell’amministrazione e delle risorse umane. Ecco perché è sempre più indispensabile affidarsi a sistemi tecnologici efficienti per facilitare i flussi di lavoro, la comunicazione tra uffici e, in generale, le attività aziendali.

Non è sempre facile, però, gestire i propri sistemi informatici autonomamente. Soprattutto nelle PMI (ma in realtà la cosa inizia a valere anche per le aziende di grandi dimensioni) dedicare tempo e risorse all’IT fa perdere molto tempo e denaro.
In primis perché la complessità dei sistemi fa sì che le risorse a essi dedicate debbano essere altamente specializzate. Ne consegue che risulta assai difficoltoso, per un’azienda che non si occupa di IT, dotarsi di personale qualificato e, soprattutto, di riconoscerne le competenze necessarie in fase di assunzione.
Ecco perché sempre più imprenditori decidono strategicamente di affidare in outsourcing la gestione della propria infrastruttura IT.

Vediamo, nel dettaglio, quali sono i vantaggi del servizio gestito.

 

1. Risparmio di tempo e denaro


È certamente il primo beneficio che emerge dalla gestione in outsourcing dell’IT. I fattori determinanti sono molti. Innanzitutto, affidando i propri servizi IT a terzi, la risorsa (o le risorse) responsabili dell’IT in azienda possono essere ridotte e, al contempo, non richiedono formazione continua per far fronte all’evoluzione delle tecnologie. Meno tempo impiegato per le attività di routine, più tempo dedicato al business.

 

2. Scalabilità

Ogni azienda è diversa e, di conseguenza, anche i sistemi IT devono adattarsi a specifiche esigenze. Un fornitore di servizi IT lo sa benissimo ed è in grado di offrire ai propri Clienti servizi su misura. La scalabilità dei servizi offerti permette anche di adattarsi al cambiamento e di far fronte a nuovi assetti aziendali.

 

 

3. Risorse dedicate

Provate a pensare al vostro staff. Certamente la maggior parte delle risorse si dedicano interamente ad attività finalizzate allo sviluppo del vostro business.
Eccetto forse l’IT manager: lui si occupa di garantire il funzionamento dei pc, dell’antivirus, dei sistemi informativi ecc… Ma i sistemi IT si fanno sempre più complessi e ovviare a tutti i problemi che questi comportano non è facile per una sola persona o per un gruppo ridotto di risorse.
Le tecnologie si evolvono e non è sempre facile stare al passo con i tempi, investire in formazione e avere una panoramica del mondo informatico tale da poter sempre individuare le soluzioni ottimali al proprio business. Immaginate, invece, cosa significherebbe avere a disposizione un team altamente specializzato e sempre aggiornato che gestisce tutte le vostre esigenze in ambito informatico o che comunque vi supporti anche solamente a livello consulenziale per aiutarvi a fare le scelte migliori.

Un altro aspetto spesso sottovalutato dagli imprenditori, sempre riferito alle risorse IT, è il fattore sostituibilità. Se il responsabile IT dovesse lasciarvi, portandosi via tutto il know how tecnico e aziendale, sareste in grado di sostituirlo in tempi brevi? E di riconoscere nel nuovo candidato le competenze necessarie a ricoprire quel ruolo?

 

Esiste anche il rovescio della medaglia, e questa volta ci mettiamo dalla parte del dipendente. Spesso le aziende di medie e piccole dimensioni dispongono di una sola risorsa dedita alla gestione dei sistemi informativi. Ne consegue che questa persona diventa insostituibile, che le assenze per malattia o ferie divengono difficilmente contemplate se non a fronte della garanzia di reperibilità.

Ecco, disporre di un Managed Service Provider, anche solo di supporto, può ovviare a entrambe queste situazioni.

 

4. Manutenzione

La manutenzione, in qualsiasi ambito, è un tema delicato. Non si può non farla. Trascurare la manutenzione significa ritrovarsi, prima o poi, con problemi molto più grossi e dispendiosi. Eppure questa porta via molto tempo, tempo che potrebbe essere utilizzato per attività diverse.
La gestione in outsourcing dei sistemi IT permette di dimenticarsi del problema della manutenzione, che viene totalmente in carico al fornitore del servizio.
E non ci pensi più!
Il Managed Service Provider controlla costantemente le prestazioni del sistema informatico ed evita proattivamente problemi e interruzioni del servizio. Se si verifica un disservizio, l’MSP ha le competenze per risolverlo in modo rapido.

C’è un altro aspetto, poi, da considerare. Abbiamo parlato delle attività di routine che spesso un’azienda affida al proprio personale interno, con ingente (anche se non sempre visibile) impiego di tempo e denaro. Tali attività possono andare dall’assistenza Clienti all’installazione di patch Windows, dal monitoraggio all’aggiornamento dell’antivirus. Tutte attività che vengono normalmente incluse nel contratti che offrono i fornitori di servizi.

Esistono poi altre attività che spesso non vengono contemplate all’interno delle PMI: quelle di audit e di verifica delle applicazioni (discovery). Gli MSP, nello stipulare un contratto, effettuano sempre una diagnosi sull’ambiente del Cliente e un relativo “inventario” dei dispositivi. Possono quindi far emergere, ad esempio, la presenza di dispositivi non autorizzati o l’assenza di protezione o, ancora, di qualsiasi condizione che possa comportare costi inutili per l’azienda.

 

5. Costi prevedibili e ricorrenti

Ecco un grande tema sul quale non ci si sofferma mai abbastanza: i costi di un servizio gestito sono sempre prevedibili. Una volta analizzata la vostra azienda, il servizio in outsourcing vi permette di calcolare in anticipo quanto andrete a spendere anche con un piano pluriennale.
Affidarsi a un MSP significa liberarsi dei costi IT non prevedibili, poter contare su interventi reattivi che comporterebbero all’azienda spese elevate e avere la certezza di un costo di sottoscrizione unico e certo.

 

 

6. Livelli di servizio più elevati

Lo abbiamo già detto: disporre di personale altamente specializzato e costantemente aggiornato vi garantisce alti livelli di servizio. Questo perché il team è composto da singole professionalità ognuna con un know how specifico, che unito a quello dei colleghi forma un bagaglio di conoscenze diversificato e di qualità.
Il vostro IT manager non potrà mai specializzarsi in tutto ma, al contrario, dovrà avere una panoramica del mondo tecnologico tale da comprendere le soluzioni che gli si propone e verificare che venga svolto tutto nel migliore dei modi.

 

7. Preoccuparsi meno delle azioni di routine

Il tempo che verrebbe dedicato alla gestione delle attività di routine può quindi essere impiegato in altre attività, maggiormente connesse al core business.
Affidando la gestione sistemi IT all’esperienza di fornitori esterni, la vostra azienda può concentrarsi su attività volte all’innovazione e al miglioramento dei flussi di lavoro.

 

Siete ancora indecisi se affidarvi a un Managed Service Provider? Arriviamo con i dati alla mano. Un’indagine della Ziff Davis Enterprise ha rilevato che, nonostante la diffidenza della maggior parte delle PMI, coloro che scelgono di far gestire in outsourcing la propria infrastruttura IT hanno molte più probabilità di elevare i propri servizi rispetto a chi mantiene tutto internamente.

Provare per credere!

Cerchi un Managed Service Provider?